Le Paradise de Padre Pio, centro medico in Africa

Le Paradise de Padre Pio
Le Paradise de Padre Pio

È dedicato ad Angela, Il Centro Medico Internazionale africano Le Paradise de Padre Pio

La struttura prende il suo nome dalla madre di Alessandro de Feo, noto imprenditore napoletano che, dopo averla persa, ha sentito l’esigenza di realizzare per lei un’opera che fosse al pari della sua grande generosità.

“In occasione delle nozze, 6 anni fa, io e mia moglie Diana abbiamo deciso di devolvere in beneficenza 110 mila euro, donati da amici e parenti come regali nuziali, all’associazione Onlus Una Voce Per Padre Pio attiva da anni in Africa in Costa D’Avorio a Bonua” afferma Alessandro Legora de Feo, durante un’intervista appena rientrato dall’Africa dove

L’inaugurazione

Lo scorso 2 Aprile 2022 si è tenuto l’evento inaugurale del primo Padiglione Angela, con la promessa del completamento dell’intero ospedale in un futuro prossimo.

Un pannello posto fuori al centro medico Le Paradise de Padre Pio riporta queste belle parole: «pour Angela, femme et mère de grande valeur humaine», quel valore umano che ha portato, ancora una volta per merito di uomini di grande sensibilità, un sorriso nella martoriata Africa. Le Paradise de Padre PioLa famiglia De Feo ha, inoltre, donato 50 biciclette ai bimbi di un villaggio lontano da Bonua in provincia di Abidjan, per permettere loro di raggiungere la scuola pedalando e non più a piedi.

I progetti della famiglia

La famiglia Legora de Feo è da sempre impegnata in progetti umanitari, come ci racconta Alessandro durante il nostro incontro:

“A Dicembre 2019, insieme a mio padre Pasquale, anch’egli molto sensibile alle questioni umanitarie, abbiamo organizzato un Gala “IL LEGORA FAMILY FOR AFRICA” in collaborazione con la Onlus Una Voce Per Padre Pio presso il museo Ferroviario di Petrarsa. Il ricavato dell’evento, 115 mila euro, è stato devoluto a due villaggi di Tiapoum Assue 1 e Assue 2, per realizzare pozzi artesiani e portarvi l’elettricità, di cui erano privi”.

Il grande cuore della famiglia de Feo arriva, dunque, in Africa per far battere forte quelli teneri e buoni di tanti bimbi africani.

“Ogni volta che torno in questo continente vivo le stesse emozioni quali dolore e tristezza ma anche tanta gioia che mi portano ad amare, ancora di più, ciò che mi circonda e a pensare che i nostri figli sono fortunati per il solo fatto di avere una madre o un padre che si curano di loro. In Africa ciò non è scontato!” conclude Pasquale.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram

La nostra rivista
La nostra
rivista
L’Espresso Napoletano diffonde quella Napoli ricca di storia, cultura, misteri, gioia e tradizione che rendono la città speciale e unico al mondo!

SCELTI PER TE