sabato, 24 Lug, 2021 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

L’esperienza virtuale del MAV di Ercolano

0

Con la riapertura dei musei ha schiuso in sicurezza le sue porte al pubblico anche il MAV, il Museo Archeologico Virtuale di Ercolano. 

Il MAV

Il MAV, il Museo Archeologico Virtuale è situato a poche centinaia di metri dall’ingresso “storico” degli scavi archeologici dell’antica Herculaneum, configurandosi come un centro di cultura e di tecnologia applicata ai Beni Culturali e alla comunicazione, tra i più all’avanguardia in Italia.

Attraverso un percorso virtuale e interattivo, il MAV è uno spazio museale particolare ed unico che riesce a far rivivere al visitatore l’emozione del viaggio a ritroso nel tempo, alla scoperta, prima dell’eruzione del 79 d.C., della grande bellezza delle città romane di Pompei ed Ercolano.

Le installazioni

AL MAV ci sono oltre settanta installazioni multimediali, tutte validate scientificamente, che “restituiscono” vita e splendore alle principali aree archeologiche di Pompei, Ercolano, Baia, Stabia e Capri, si dimostrano propedeutiche ad una reale scoperta di un mondo straordinario distrutto dall’eruzione del Vesuvio.

Un modo straordinario per scoprire la grande bellezza delle città e delle dimore romane alle pendici del Vesuvio e non solo, prima della devastante e tragica eruzione del 79 d.C..

MAV 5.0

Al MAV in particolare c’è l’ultima versione altamente tecnologica di MAV 5.0 – Virtual multiReality, che, da ottobre 2019, ha rivoluzionato radicalmente il modo di vivere l’esperienza conoscitiva del viaggio virtuale nelle principali aree archeologiche del Vesuvio.

Come visitare il MAV di Ercolano

L’accesso al MAV si trova a pochi passi dall’ingresso storico dell’area archeologica di Ercolano in Via IV Novembre 44. Il museo è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 16.00 (ultimo ingresso), con la chiusura prevista il sabato e la domenica.

L’area aperta al pubblico sarà il percorso museale, la sala per la visione del film sull’eruzione del Vesuvio e, dal 27, il luogo dell’installazione dedicata alla Giornata della memoria, “Die Neue Bewegung” dell’artista Christian Leperino.

La prenotazione è obbligatoria e il biglietto è acquistabile online a questo link. Tutte le informazioni per la visita sono pubblicate sul sito ufficiale del museo.