“Manga Heroes. Gli eroi e i miti alle pendici del vulcano”, la mostra la MANN

Una mostra, Manga Heroes. Gli eroi e i miti alle pendici del vulcano, che unisce manga giapponesi ed eroi dell’antichità, come ci racconta anche Paolo Giulierini, direttore del museo.

“Manga Heroes. Gli eroi e i miti alle pendici del vulcano”. Una mostra ospitata al Museo Archeologico Nazionale di Napoli mette a confronto i miti della tradizione classica con gli eroi dei fumetti giapponesi, intrecciando la storia del Vesuvio con quella del monte Fuji.

La mostra

Al MANN, Museo Archeologico Nazionale di Napoli, è attualmente visibile, e lo sarà fino al 19 settembre, una mostra inedita, in cui si confrontano i miti dell’antichità con gli eroi del fumetto orientale. L’esposizione è ospitata nella sala del Plastico di Pompei del MANN, per sottolineare anche la corrispondenza fra i due vulcani, il Vesuvio e il Fuji, che uniscono idealmente due città, Napoli e Tokyo, e due mondi lontani ma con tanto in comune.

L’allestimento, curato da Jacopo Buranelli, è stato realizzato dal MANN in collaborazione con COMICON e J-POP MANGA, e rientra anche nel circuito COMICON OFF, che comprende un calendario di mostre ed eventi collegate al COMICON, Salone Internazionale del Fumetto, la cui ventiduesima edizione si è tenuta a Napoli nel mese di aprile.

Manga Heroes

Le opere del Manga Heroes

manga heroesSono oltre 130 le opere in esposizione, che mettono in evidenza i parallelismi fra le due culture, quella orientale e quella occidentale, e fra le due mitologie, quella “classica” e quella degli eroi di manga e anime. L’allestimento si compone di sei sezioni, Il mito e la fantascienza, Demoni e Super Robot, Ai Piedi del Vulcano, Gigantomachie, Anabasi moderne e Guerrieri di Atena, e contiene anche alcuni pezzi di pregio, fra disegni originali, animation cells (le tavole dipinte su cellulosa trasparente che compongono la sequenze animate, n.d.r.), toys e altri manufatti.

 

Ecco quindi che i caschi e le armature dei supereroi giapponesi, come Actarus o i Cavalieri dello Zodiaco, riportano in un attimo all’aspetto dei guerrieri antichi, ma anche alle loro avventure e al loro rapporto con gli elementi della natura. La mostra si propone di essere accattivante, non solo però per tutti i conoscitori e gli appassionati del genere, ma anche per chiunque voglia fare un viaggio nell’immaginario culturale giapponese.

manga heroes

Cosa ci ha raccontato il direttore del MANN, Paolo Giulierini

“Innanzitutto va detto che questa mostra attualmente visibile nel nostro museo si inserisce in un rapporto consolidato che noi coltiviamo con il Giappone – spiega subito Giulierini -, paese che in questi mesi ospita la mostra itinerante “Pompeii”, organizzata proprio dal MANN nelle città di Tokyo, Kyoto, Sendai e Fukuoka. Quanto poi all’idea di evidenziare l’analogia fra l’antichità mitica e gli eroi del fumetto, è anch’essa frutto di un percorso, partito nel 2016 con la mostra di Adrian Tranquilli dedicata a Batman e Spiderman, per sottolineare la fragilità come tratto di continuità fra i miti di ogni tempo, e poi proseguito nel 2020 con un’esposizione riguardante Star Wars, il cui spazio narrativo è notoriamente ricco di citazioni medievali e classiche, in cui oscurità e luce si combattono”.

“La mostra Manga Heroes, dedicata ai legami col Giappone, è quindi la continuazione ideale di questo racconto – conclude il direttore -. Infatti, a partire dagli anni Sessanta, il nuovo fumetto ha spezzato il rapporto dei lettori con le favole della Disney, lanciando nuovi personaggi dal vissuto umano, non estranei a sofferenze o a traumi profondi da riscattare, e perciò del tutto sovrapponibili con i miti su cui si fonda la cultura occidentale”.

Per maggiori info, clicca qui.

 

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram

La nostra rivista
La nostra
rivista
L’Espresso Napoletano diffonde quella Napoli ricca di storia, cultura, misteri, gioia e tradizione che rendono la città speciale e unico al mondo!

SCELTI PER TE