Mariangela Gualtieri protagonista a Sala Assoli con “Nostalgia delle cose impossibili”

mariangela gualtieri
mariangela gualtieri
ph. Melina Mulas

Andrà in scena a Sala Assoli dal 22 al 24 novembre Nostalgia delle cose impossibili, secondo spettacolo della stagione 2019 – 2020 di Casa del Contemporaneo, che vede protagonista la poetessa e scrittrice Mariangela Gualtieri, fondatrice, insieme al regista Cesare Ronconi, del Teatro Valdoca, di cui è drammaturga.

Lo spettacolo è incentrato sulla parola nuda. La parola ci definisce e ci rende riconoscibili come esseri umani. Guidata da Cesare Ronconi, la Gualtieri trasforma l’esperienza vissuta in simboli da usare nella vita quotidiana. Il linguaggio è potere che ci rende simili ai celesti.21

In questo spettacolo la poesia è rito sonoro. La musica è la forma orale della poesia. I versi impalpabili assumono fisicità nell’atto in cui diventano voce. Poesia rarefatta, come la scena. Una musica sfumata accompagna la protagonista. È una colonna sonora ridotta all’essenziale. Ogni potere evocativo è lasciato alla voce sguarnita davanti al microfono. La parola entra in un giro di forze. Mariangela Gualtieri dosa versi e pause. Anche il silenzio è poesia. I gesti sono fermi e solenni. La tessitura si basa su un filo narrativo in cui la natura è in primo piano. L’io è in ascolto del suono. Le parole si fanno materia.

Sabato 23 novembre alle ore 11:30, il giorno dopo il debutto, sarà presentato in prima assoluta nazionale il nuovo libro di Mariangela Gualtieri Quando non morivo, Einaudi 2019. Con l’autrice dialogherà Riccardo Fusco. A chiudere breve congedo in versi.

Il costo del biglietto intero è di 18 euro, 15 ridotto, 10 under 35/over 65 e studenti. Per info e prenotazioni: 345 4679142

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram

La nostra rivista

La nostra
rivista

L’Espresso Napoletano diffonde quella Napoli ricca di storia, cultura, misteri, gioia e tradizione che rendono la città speciale e unico al mondo!

SCELTI PER TE