martedì, 26 Gen, 2021 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Napoli Suona Ancora: oltre cento musicisti girano i loro video al PAN

0

‘Napoli suona ancora’ è il progetto presentato dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli in collaborazione con Arealive. L’iniziativa coinvolgerà oltre cento musicisti partenopei in rappresentanza di tutti i generi musicali. Un parterre che va dalla trap al rock, dal jazz alla musica classica fino a quella popolare.

PAN e Maschio Angioino come location

Nel pieno rispetto della normativa anti-Covid, il PAN|Palazzo delle Arti Napoli ospiterà per alcuni giorni i migliori musicisti della città. Le esibizioni verranno registrate e i video saranno destinati alla fruizione gratuita online. Dal 30 dicembre, dunque, verranno pubblicati i reportage di queste giornate, inclusi interviste ed estratti delle performance. Con lo stesso criterio, inoltre, si svolgeranno – a inizio gennaio – quattro esibizioni di dj dalla suggestiva terrazza del Maschio Angioino.
Tutti i contenuti saranno messi a disposizione del pubblico attraverso i canali social ufficiali di Arealive, Comune di Napoli, Radio CRC Targato Italia (media partner) e quelli degli artisti coinvolti.

L’obiettivo

Il progetto tenterà di colmare  il vuoto ‘turistico’, usando i migliori talenti musicali partenopei come testimonial di luoghi di interesse storico-artistico, che prima della pandemia attiravano milioni di visitatori. ‘Napoli suona ancora’ si pone quindi come un’iniezione di fiducia e un sostegno economico alla categoria dei musicisti, dei cantanti, degli autori, dei tecnici del settore. Un’azione che era nelle priorità dell’Assessorato che in questi mesi ha recepito le difficoltà delle lavoratrici e dei lavoratori organizzandosi con il Governo centrale in modo da offrire soluzioni di sostegno efficaci.
L’Assessorato alla Cultura e al Turismo di Napoli, infatti, ha lavorato alacremente per mettere in piedi nel più breve tempo possibile un palinsesto culturale on line che ha raggiunto migliaia di utenti e fatto lavorare decine di artisti e personalità del mondo dello spettacolo. “Distanti ma uniti“, questo lo slogan che è anche un mantra di incoraggiamento per tutti.

Un aiuto per i lavoratori dello spettacolo

E’ ormai fatto noto che la pandemia ha decimato un settore già di per sé precario come quello delle produzioni artistiche e culturali. Ciò non ha fatto che aggravare la già spinosa questione della dignità più o meno riconosciuta a migliaia di lavoratori dello spettacolo. Eppure, siamo tutti ben consapevoli di quanto l’accessibilità ad iniziative culturali di qualsiasi tipo sia di vitale importanza. Ancor più nei momenti di crisi generalizzata. Basti pensare ai numerosi interventi sul web da parte di artisti vari – musicisti, attori, ballerini, etc. – per dare a tutti conforto nella prima fase del lockdown dello scorso marzo, e far sì che la collettività si sentisse più unita, più vicina. È in un siffatto contesto, dunque, che “Napoli suona ancora” trova il suo meritato spazio.

Gli artisti

Tra artisti che si avvicenderanno sul palco del Palazzo delle Arti di Napoli, rigorosamente in streaming, ci saranno Foja, Francesco Di Bella, Gianni Lamagna, Suonno D’Ajere, Comoverão, Andrea Tartaglia, Ars Nova Napoli, Fiorenza Calogero e Ernesto Nobili, Libera Velo e Gianluca Capurro, Francesco Lettieri, Mariano Lieto, Damiano, Ascapece, Paolo Del Vecchio e Luca Urciuolo.