venerdì, 14 Ago, 2020 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Antichi palazzi di Napoli, alla scoperta di Palazzo Carafa della Spina

0

Uno dei palazzi monumentali del Decumano Inferiore, nei pressi di Piazza San Domenico, è Palazzo Carafa della Spina. Scrive il Celano nel 1692 che questo palazzo era da osservare non tanto per la sua struttura ma essenzialmente per la sua storia e per gli eroi che vi erano nati. Il Ceci, dando notizie sulla vita degli artisti che operavano a Napoli fra il XVI ed il XVII secolo, dice che il palazzo, ornato dal bellissimo portone barocco, fu costruito tra il 1598 e il 1603 da Domenico Fontana (1543-1607) e a conferma cita le polizze di pagamento relative ad alcune opere effettuate dall’architetto ticinese.

palazzo carafa della spina

Anche il Pane conferma quanto riportato dal Ceci circa la presenza di Do¬menico Fontana nella costruzione dell’edificio, precisando poi che il rifaci¬mento settecentesco andò certamente a modificare la prima struttura, parti¬colarmente nel portale, che è attribuibile a questo periodo, e dice che esso si offre come un “boccascena” dominato dalle due statue di satiri che hanno sia la funzione di cariatidi a completamento del timpano spezzato, che quello di telamoni a sostegno del balcone centrale del primo piano nobile.

palazzo carafa della spina

Il portale di Palazzo Carafa della Spina si sviluppa tra due pilastri che recano addossati agli stipiti due mostri marini (sembra ricavati da fusti di colonne romane di cui ricordiamo il ritrovamento in zona) dalle fauci spalancate in funzione di spegnitorce, con due mascheroni che a modo di capitelli reggono la corni¬ce da cui parte l’arco che reca nella chiave il grosso stemma con l’arme del¬la famiglia.

L’Espresso napoletano è una rivista di arte e cultura che racconta il bello e il buono della Campania. Nella sua versione cartacea, in edicola ogni mese, si ritrova una particolare attenzione alle tradizioni del popolo partenopeo, nel tentativo di contribuire alla loro salvaguardia e valorizzazione. Per chiedere l'abbonamento alla rivista: info@rogiosi.it 0815564086