martedì, 20 Apr, 2021 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Una passerella pedonale collegherà Ravello, Atrani e Amalfi

0

Una passeggiata lunga ben due chilometri tra Ravello, Atrani ed Amalfi. Un percorso inedito che attraverserà città e borghi della Costiera Amalfitana. È questo il progetto che, basato sulla pista ciclabile realizzata lungo la Gardesana, vedrà forse la luce e permetterà ai campani di attraversare in sicurezza, grazie a una passerella a sbalzo sul mare, una strada attualmente troppo stretta e pericolosa.

Il progetto

Ad annunciarlo è stato il sindaco di Ravello Salvatore Di Martino, in una nota inviata alla redazione di Il Vescovado (fonte della notizia). Il progetto prevede la realizzazione di una passerella pedonale che partirà dal bivio di Castiglione, conducendo i pedoni fino ad Amalfi. Per questo, sarà parallela al tratto della Statale 163 Amalfitana. Il progetto vero e proprio sarà redatto dal raggruppamento temporaneo di professionisti quali Emilio Maiorino & Partners, Studio Fontana & Lotti – Ingegneri associati, il geologo Rossana Miglionico e l’ingegnere Domenico Di Crescenzo e costerà circa 79mila euro.

Antefatti

L’idea nasce nel 2018 ed è stata approvata con delibera dalla giunta comunale, voluta proprio dal Sindaco di Ravello. Un’idea supportata e condivisa, tra gli altri, dal professore di Ingegneria Ferdinando Fraternali dell’Università degli Studi di Salerno, dal Sindaco di Amalfi Daniele Milano e dal vice sindaco di Atrani Michele Siravo. Come accennato, la futura passerella trova le sue radici nella ciclovia del Garda inaguruata nel 2018 a Limone. Attualmente collega 19 località, rendendola di fatto la pista ciclabile più lunga d’Europa.

Con una determina direttoriale del 26 marzo, l’ACaMIR (Agenzia Campana Mobilità Infrastrutture e Reti) ha comunicato ai sindaci di Amalfi, Atrani e Ravello che l’intervento sarà finanziato dalla Regione Campania. Per dare ufficialmente il via alla realizzazione della passerella si attenderà la stesura del progetto nella sua interezza e l’ok della Soprintendenza.

A picco sul mare

L’intervento, oltre a portare beneficio alla viabilità tra i comuni, vedrà la creazione di un percorso turistico unico nel suo genere. Al momento si è parlato solo di un tratto pedonale, ma non è da escludere che sarà anche ciclabile.

Classe 95, laureato in comunicazioni e da sempre amante delle parole e di ciò che sono in grado di trasmettere. Con un libro sempre in borsa, ho iniziato a provare il desiderio di raccontare del mondo in prima persona. Col tempo le mie passioni si sono allargate e nutrite, ma il mio motto resta sempre lo stesso: non fermarsi mai in superficie.