Per Pasqua aperture prolungate del Parco di Ercolano

Ercolano
Ercolano

Il sito archeologico di Ercolano si prepara ad accogliere i numerosi visitatori con iniziative e orari di apertura prolungati

Per le festività pasquali sono attesi a Napoli oltre 200mila turisti, che diventano quasi 300mila se si considera l’intera regione. In particolare, per i siti archeologici, che sono spazi da vivere all’aperto, le festività di Pasqua rappresentano il vero avvio di primavera. Per questa ragione il Parco Archeologico di Ercolano accoglie i propri visitatori in questo periodo con le aperture nei giorni di Pasqua e Pasquetta dalle 8.30 alle 19.30 (ultimo accesso alle ore 18.00).

Il Giardino dell’Ozio e altre iniziative del Parco

Ercolano
Casa della Gemma

Nel parco sarà possibile sperimentare la modalità di visita “slow”, concedendosi una pausa presso il “Giardino dell’Ozio“, ribattezzato anche “giardino dei melograni”, allestito nella Casa del Rilievo di Telefo. In quest’area, che è stata riaperta e attrezzata all’inizio del mese di settembre, i visitatori infatti possono riposarsi sulle sedie a sdraio di colore bordeaux (per richiamare appunto quello melograni), ma anche svagarsi dedicandosi alla lettura dei volumi presenti nella bacheca allestita nel giardino, che contiene libri sia per adulti che per ragazzi, oltre che scritti in diverse lingue.

Nel Parco Maiuri i cittadini di Ercolano e i visitatori potranno inoltre beneficiare dell’iniziativa “LIBeRI al Parco”, progetto di booksharing lanciato ormai da quasi un anno. Ed ancora, fino all’11 aprile sarà visitabile la Casa della Gemma, gioiello del Parco Archeologico di Ercolano, famoso per i suoi preziosi mosaici pavimentali.

Il numero di visitatori cresce in modo esponenziale – dichiara il Direttore Sirano –, e ciò rappresenta la vera primavera di questo periodo. Le persone sono interessate, appassionate e consapevoli. Noi poniamo i visitatori al centro con le iniziative che proponiamo in modo ciclico durante l’anno e loro ci ripagano per l’impegno profuso”.

Gli studenti delle scuole faranno da guide 

I visitatori inErcolano questi giorni incontreranno nel Parco i giovani delle scuole del territorio che svolgono qui i percorsi della ex alternanza scuola-lavoro. Gli studenti saranno affiancati dai funzionari e dal personale dell’istituto e si occuperanno soprattutto dell’accoglienza dei visitatori, ma potranno anche vigilare sul rispetto dei luoghi e supportare le guide turistiche, interagendo con i gruppi di turisti per fornire in più lingue indicazioni sul sito archeologico.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram

La nostra rivista
La nostra
rivista
L’Espresso Napoletano diffonde quella Napoli ricca di storia, cultura, misteri, gioia e tradizione che rendono la città speciale e unico al mondo!

SCELTI PER TE