Politica…mente

Cambia il clima, aumentano i rischi connessi al dissesto idrogeologico. A restare identiche, nei secoli, sono le promesse dei politici. Perché emerge una Campania sempre più fragile e insicura, dal dossier “Ecosistema Rischio 2017” di Legambiente. Ma non decollano gli interventi di messa in sicurezza, nonostante i 7,7 miliardi di euro da spendere entro il 2023. In Campania ne sono previsti 1.240, a leggere i dati della Struttura di missione contro il dissesto idrogeologico della Presidenza del consiglio. Ma resta al palo il Piano “Italiasicura”, lanciato dal governo Renzi oltre 3 anni fa. Delle risorse stanziate allora, sono stati impiegati appena 114,4 milioni di euro, meno dell’1,5%.

Lo scorso settembre, il ministero dell’Ambiente, dopo un’interrogazione dei parlamentari del Pd, spiegò i ritardi con la mancata definizione degli accordi con tutte le regioni. Chi mancava all’appello? La Campania, assieme alla Basilicata. In attesa di capire le responsabilità e scoprire, come sempre, che la colpa è della burocrazia – cioè di nessuno – la Campania ci mette del suo. Infatti la regione resta “incurante dell’eccessivo consumo di suolo – afferma Legambiente – e del problema del dissesto idrogeologico mentre i cambiamenti climatici amplificano gli effetti di frane e alluvioni”. Fanno spallucce anzitutto i comuni. Il dossier ambientalista presenta l’indagine sulle attività per la mitigazione del rischio idrogeologico, realizzata sulla base delle risposte fornite dagli enti locali.

Massiccia ed entusiastica la partecipazione: al questionario hanno risposto 65 amministrazioni campane, pari al 13% circa di quelle considerate in territori a rischio. Nel 72% dei comuni si trovano abitazioni in aree pericolose. Nel 28% sono presenti interi quartieri. Scuole o ospedali si trovano in zone a rischio nell’11% dei casi, mentre nel 20% lo sono strutture ricettive o commerciali. Solo a Napoli ci sono oltre 100.000 cittadini in aree esposte a frane o alluvioni. Speriamo di non dire mai “piove, governo ladro!”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su telegram

La nostra rivista
La nostra
rivista
L’Espresso Napoletano diffonde quella Napoli ricca di storia, cultura, misteri, gioia e tradizione che rendono la città speciale e unico al mondo!

SCELTI PER TE