mercoledì, 05 Ago, 2020 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Presentata al Suor Orsola l’autobiografia di Carla Fracci

0

Napoli festeggia gli 80 anni di Carla Fracci, musa della danza italiana, con due serate speciali al Teatro di San Carlo, in programma il 26 e 27 ottobre, alle quali prenderanno parte i migliori danzatori del nostro Paese. Ma i festeggiamenti sono già iniziati questa mattina, nella Sala degli Angeli dell’Università Suor Orsola Benincasa, dove il Liceo Coreutico ha organizzato un’inedita presentazione collettiva della autobiografia della Fracci, “Passo dopo passo. La mia storia”, e dove gli allievi, emozionati, hanno potuto confrontarsi con la grande maestra della danza.

Nel 2012 l’Istituto Suor Orsola Benincasa è stata la prima scuola napoletana ad aprire un Liceo Coreutico, riconosciuto dall’Accademia Nazionale di Danza, che quest’anno porterà a compimento il primo quinquennio, con i suoi primi maturandi. L’incontro, coordinato da Maria Venuso, docente di Storia della Danza al Liceo Coreutico, è stato introdotto da Lucio D’Alessandro, Rettore dell’Università, e da Rita Carbone, coordinatore didattico dello stesso Liceo, e ha visto la presenza anche degli studenti del Liceo Artistico e del Liceo Linguistico, e di quelli della Scuola Universitaria di Cinema e Televisione.

L’antica cittadella monastica di Suor Orsola si è vestita a festa per questa occasione speciale, e Carla Fracci, emozionata, è passata tra due ali di studenti entusiasti; “È veramente emozionante” queste le sue parole “essere qui oggi in un posto così magico. Non immaginavo che grandi emozioni potessi provare in un luogo così ricco di storia e di bellezza. Un luogo ed un clima che mi fanno pensare che il futuro è dei giovani”.

E a loro si è rivolta la danzatrice, incoraggiandoli: “Il futuro è vostro!”. I ragazzi si sono alzati in piedi per un commosso tributo a una donna che è stata nella sua luminosa carriera, ed è ancora oggi, una rappresentante importante della cultura italiana nel mondo, alla quale Lucio D’Alessandro ha voluto conferire per un giorno il massimo titolo accademico, quello di “Magnifico”.

Il volume “Passo dopo passo. La mia storia”, pubblicato da Mondadori, racconta l’infanzia della Fracci nella campagna lombarda, l’ingresso nella Scuola di ballo del Teatro alla Scala, il Pas d’adieu, e poi i successi con l’American Ballet Theatre; tanti i personaggi interpretati sulla scena, da Giselle a Giulietta, da Cenerentola a Medea e a Francesca da Rimini.

E tanti i partner illustri, da Rudolf Nureyev a Mikhail Baryshnikov, solo per citarne alcuni. Una storia affascinante che rivive tra le pagine di questo libro, che agli allievi danzatori – e non solo – piacerà sicuramente leggere.