Presentazione-spettacolo al Jambo di “Parole di libertà” di Nicola Graziani

parole di libertà
parole di libertà

Domai, alle 17, presso il Centro Commerciale Jambo di Trentola Ducenta (CE), si terrà la presentazione-spettacolo di Parole di libertà” (Rogiosi Editore), ultima fatica letteraria del magistrato Nicola Graziano, incentrata sul ruolo dell’educazione civica nella formazione delle giovani generazioni. Il libro, che affronta quelle parole che aprono scenari di libertà, condizione che si fonda necessariamente su valori fondamentali, sarà presentato con una formula coinvolgente e in grado di toccare le corde più profonde dell’animo, nell’ambito della mostra “MATER. Il volto di un nome”, a cura di don Gianni Citro.

Il viaggio alla scoperta del libro, pensato per i più giovani, per aiutarli a divenire cittadini autentici, sarà accompagnato dalla esibizione dell’ensemble PercussionAmo, un gruppo diretto dai maestri Rosario Barbarulo, Gerardo Avossa Sapere e Antonio Palmieri, di circa 15 musicisti (tra giovani e docenti), tutti percussionisti provenienti dai diversi Licei Musicali e Conservatori della Campania. Gli strumenti a loro disposizione, tamburi, vibrafoni, marimbe, xilofoni, batterie, tamburi a cornice e altri ancora, creano sound particolarissimi e soprattutto coinvolgenti, un mix di suoni ancestrali nella considerazione che l’uso di strumenti a percussione accompagna l’uomo sin dalla preistoria essendo una delle prime sperimentazioni musicali del genere umano.

Le percussioni, considerate sacre e impiegate in tutte le culture tradizionali, fanno bene e soprattutto sono energie che trasmettono a loro volta energia, in grado di modificare il clima emotivo e armonizzare il rapporto con le persone nella sfera visibile e in quella invisibile. Di qui la scelta di inserirle nella presentazione di un testo così impegnativo qual è appunto “Parole di libertà”.

In pratica, in occasione della presentazione al Jambo, dal libro saranno estratte alcune parole chiavi come Libertà , Dignità, Shoah, Pietà, Razzismo, Violenza, Speranza, che saranno urlate a ritmo di tamburi proprio per dare loro quell’eco, quel volume e quello spessore che meritano. Per ogni parola poi corrisponderà la lettura di un brano, da parte di Don Gianni Citro, l’esecuzione di un successo musicale da parte del gruppo “PercussionAmo”, mentre il commento della parola sarà affidato allo stesso autore Nicola Graziano.

 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram

La nostra rivista
La nostra
rivista
L’Espresso Napoletano diffonde quella Napoli ricca di storia, cultura, misteri, gioia e tradizione che rendono la città speciale e unico al mondo!

SCELTI PER TE