sabato, 12 Giu, 2021 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Ritorna il “Migrantour Napoli” per il Maggio dei Monumenti

0

In questo Maggio scaldato dai primi soli, val la pena di approfittare delle tante riaperture e itinerari all’aperto che accompagnano questo ritorno alla “normalità”. Nella XXVII edizione del Maggio dei Monumenti del Comune di Napoli, salutiamo con piacere anche la ripartenza del Migrantour Napoli, itinerari urbani creati e condotti da cittadini e cittadine di origine straniera e promossi da Casba Società Cooperativa Sociale. Nata nel 2000, Casba Società Cooperativa Sociale è la prima cooperativa fondata a Napoli da cittadini di origine straniera. È costituita da mediatori culturali e operatori provenienti da diversi Paesi del mondo che si occupano di integrazione e inclusione sociale. Dal 2015, nell’ambito della rete europea Migrantour Intercultural Urban Routes, promuove l’iniziativa Migrantour Napoli.

Tre gli itinerari in programma l’8, il 15 e il 22 maggio alle ore 10.30, attraverso vicoli e strade, storie e vissuti, ricordi e memorie, sapori e tradizioni che provengono da ogni parte del mondo e oggi abitano qui. Un vero e proprio viaggio sotto casa, dove ogni passo è incontro e conoscenza e svela, da un punto di vista inedito, una straordinaria Napoli multiculturale leggibile attraverso i luoghi.

Si inizia l’8 maggio con “Prossima fermara Piazza Cavour”. Si parte da Porta San Gennaro, appena restaurata e si prosegue con la Chiesa ortodossa ucraina di San Nicola, la Chiesa Santa Maria dei Vergini frequentata dai cittadini srilankesi, il Palazzo dello Spagnuolo, gli alimentari dall’Est-Europa, i take-away indiani: sono solo alcune delle tappe di Prossima fermata: Piazza Cavour. Un viaggio attraverso il patrimonio napoletano e le tradizioni religiose, culturali e culinarie delle persone e comunità ucraine, srilankesi e indiane che vivono in questa porzione di città, senza dimenticare le attività di accoglienza e inclusione. Il 15 maggio è la volta di “Tutti i mondi alla stazione”, partenza da Piazza Garibaldi sotto la statua, per proseguire con il primo supermercato di riferimento per i cittadini di origine straniera di ogni nazionalità, la prima macelleria halal in città, l’artigianato magrebino, i parrucchieri africani, le panetterie e gli alimentari algerini, la Moschea di via Firenze e il mercato senegalese di via Bologna. Sono solo alcune delle tappe che percorreremo con gli accompagnatori interculturali di origine straniera di Migrantour Napoli per conoscere e incontrare il quartiere più multiculturale della città e i tanti Mondi che abitano qui. Il 22 maggio è la volte de “Nel ventre di Napoli”: ci si vede a Piazza Mercato che racchiude le storie e le vite di tante persone di diversa provenienza e cultura che nei secoli sono passate da qui e che qui hanno abitato e abitano ancora. Dalla Chiesa di Santa Maria del Carmine, dedicata a una Madonna bruna arrivata in città insieme ad alcuni monaci in fuga dalle persecuzioni dei saraceni in Palestina, i partecipanti conosceranno la moschea fondata nel 1997 negli spazi di un ex convento. L’itinerario prosegue attraversando lo storico mercato del pesce ‘ncopp’ ‘e mura e incontrando i tanti alimentari, negozi per le feste, take away e bigiotterie ricolme di pietre importate dall’Asia.

 

 

Info e prenotazioni
Per prenotare tel 334 6049916 e-mail info@coopcasba.org.

www.coopcasba.org  fb MigrantourNapoli

Francesca Saturnino è nata a Napoli nel 1987. Critica teatrale, insegnante e giornalista. Collabora con riviste e giornali nazionali e locali. La sua passione, tra le altre, è scovare storie, mestieri e personaggi di una Napoli antica e desueta e raccontarli per mantenerne viva la memoria.