martedì, 27 Ott, 2020 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

“Scena Aperta”, lo Stabile di Napoli torna al teatro dal vivo

0

Sono trascorsi tre mesi da quando i teatri della città sono stati chiusi a causa dell’emergenza Covid. In queste lunghe settimane, lo Stabile di Napoli ha dato vita a una piccola maratona on line tra la riproposizione di spettacoli in rete e l’intervento in streaming di attori, registi, addetti ai lavori che in qualche modo hanno provato ad accompagnare gli spettatori in questo periodo così difficile. Però il teatro dal vivo è un’altra cosa. Finalmente il Teatro Stabile di Napoli, diretto da Roberto Andò in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo, annuncia la ripresa delle sue attività con “Scena Aperta”, un ciclo di cinque spettacoli che dal 3 luglio al primo di agosto saranno rappresentati al Cortile del Maschio Angioino, in Piazza Municipio.

«Ci accingiamo alla riapertura delle attività dello Stabile – dichiara il Direttore Roberto Andò – convinti che sia prioritario proteggere il lavoro di artisti e compagnie che erano sul punto di debuttare al momento del decreto governativo che ha chiuso l’attività del teatro. Abbiamo scelto di ripartire da un luogo simbolo di Napoli come il Maschio Angioino, ubicato di fronte al Teatro Mercadante, e di utilizzare il suo cortile all’aperto per garantire al pubblico quella condizione di massima sicurezza in grado di ristabilire la relazione tra la scena e la platea».

«I titoli che presenteremo – continua il direttore Roberto Andò – sono tra quelli del cartellone ordinario dello Stabile che erano quasi pronti al loro debutto in Stagione. Si tratta di La chunga di Mario Vargas Llosa con la regia di Pappi Corsicato, ‘O tuono ‘e marzo di Vincenzo Scarpetta con la regia di Massimo Luconi e WeekEnd di Annibale Ruccello con la regia Enrico Maria Lamanna. Insieme a questi, presenteremo un progetto speciale realizzato in collaborazione con il Napoli Teatro Festival Italia diretto da Ruggero Cappuccio, al cui centro c’è la scuola di teatro dello Stabile e due personalità artistiche come Mimmo Borrelli e Renato Carpentieri, con Claudio Di Palma, docente e coordinatore della Scuola. Il primo lavoro vede protagonisti i giovani attori della Scuola, capitanati da Renato Carpentieri nello spettacolo Pastiche N°0 di pas/ssaggi, rivista di teatro dal vivo, a cura dello stesso Carpentieri e Claudio Di Palma. Il secondo lavoro è una inedita, esclusiva, lezione-spettacolo di e con Mimmo Borrelli alle prese con il suo ‘Nzularchia».

Scena Aperta è l’invito che il Teatro Nazionale con il Comune di Napoli rivolgono alla città che ama il teatro. La comunità degli spettatori è convocata in una cornice di straordinaria bellezza, e di facile raggiungimento, nelle condizioni di massima sicurezza: il grande Cortile di Castel Nuovo che ospiterà una platea di 200 spettatori a sera. Un’ottima notizia per gli amanti del teatro e per il teatro tutto, con la speranza di tornare presto nelle sale.

Scena aperta, i cinque spettacoli in programma

3 > 5 luglio

LA CHUNGA
di Mario Vargas Llosa
regia, scene e costumi Pappi Corsicato
con Cristina Donadio, Francesco Di Leva, Irene Petris,
Simone Borrelli, Antonio Gargiulo, Daniele Orlando
produzione Teatro Stabile di Napoli – Teatro Nazionale

Cristina Donadio

9 > 11 luglio

‘NZULARCHIA
in lettura e in corpo
di e con Mimmo Borrelli
musiche dal vivo Antonio Della Ragione
produzione Teatro Stabile di Napoli – Teatro Nazionale in coproduzione con Fondazione Campania dei Festival – Napoli Teatro Festival Italia

Mimmo Borrelli

16 > 18 luglio

‘O TUONO ’E MARZO
di Vincenzo Scarpetta
da Un coup de foudre di Léon Xanrof e Antony Mars
regia e scene Massimo Luconi
con Gigi Savoia, Tonino Taiuti, Carmine Borrino, Anna Carla Broegg, Carlo Caracciolo,
Antonello Cossia, Gino De Luca, Antonella Stefanucci, Dalal Suleiman
produzione Teatro Stabile di Napoli – Teatro Nazionale

24 > 26 luglio

PASTICHE N°0 di PAS/SSAGGI
rivista di teatro dal vivo
a cura di Renato Carpentieri e Claudio Di Palma
con Renato Carpentieri e gli allievi della Scuola del Teatro Stabile di Napoli: Pasquale Aprile, Francesca Cercola, Chiara Cucca, Miriam Della Corte, Matteo De Luca, Valentina Di Leva, Manuel Di Martino, Antonio Elia, Giulia Ercolini, Eleonora Fardella, Angelica Greco, Valentina Martiniello, Simone Miglietta, Gianluigi Montagnaro, Giovanni Nardone, Giulia Piscitelli, Federico Siano, Salvatore Testa, Antonio Turco
produzione Teatro Stabile di Napoli – Teatro Nazionale in coproduzione con Fondazione Campania dei Festival – Napoli Teatro Festival Italia

Renato Carpentieri

30 luglio > 1 agosto

WEEK–END
di Annibale Ruccello
regia Enrico Maria Lamanna
con Maria Pia Calzone, Totò Onnis, Matteo Bossoletti
produzione Teatro Stabile di Napoli – Teatro Nazionale

Maria Pia Calzone

Info

Inizio rappresentazioni ore 21.00
Costo ingressi intero: 8 Euro / under 30 e over 65: 5 Euro
Info e acquisti online: www. teatrostabilenapoli.it
Biglietteria: tel. 081.5513396 – e.mail: biglietteria@ teatrostabilenapoli.it

 

Francesca Saturnino è nata a Napoli nel 1987. Critica teatrale, insegnante e giornalista. Collabora con riviste e giornali nazionali e locali. La sua passione, tra le altre, è scovare storie, mestieri e personaggi di una Napoli antica e desueta e raccontarli per mantenerne viva la memoria.