Secondo mandato per il Presidente Amedeo Manzo come membro del Consiglio Nazionale di Confcooperative

In un’Italia che stenta a trovare la strada giusta per rialzarsi, e che incontra nel riacutizzarsi della pandemia causata dal Covid-19 un nuovo ostacolo al rilancio, tutto ciò che può rappresentare “un contributo alla ripresa” va assolutamente premiato e spronato.

È il caso del Presidente della Federazione Campana delle Banche di Credito Cooperativo e della Bcc di Napoli Amedeo Manzo, che si è guadagnato con professionalità, impegno e “resilienza” il secondo mandato in seno al Consiglio Nazionale di Confcooperative.

Intanto, Confcooperative ha tenuto a Roma, presso l’Auditorium del Massimo, la sua 40esima Assemblea Nazionale presieduta dal Presidente Maurizio Gardini.

L’incontro ha visto l’intervento del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, del Ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli e del Ministro delle Politiche Agricole Teresa Bellanova. Una così importante partecipazione istituzionale è dovuta al fatto che Confcooperative rappresenta circa 18mila cooperative, conta oltre 3 milioni di soci ed offre lavoro a 500mila persone. Quest’ultimo dato è sicuramente il più importante, considerando la crisi che il mondo del lavoro italiano sta attraversando in questo difficile periodo. Non a caso, il titolo dell’Assemblea è stato Costruttori di bene comune.

Al termine di una giornata di testimonianze, confronti, elezioni di nuovi vertici e rappresentanti nazionali di Confcooperative, il Presidente Amedeo Manzo si è così espresso in merito alla sua conferma nel Consiglio:

“In un momento di grande difficoltà per il Paese la coesione e la capacità di resilienza mostrata dalla Cooperazione può offrire un valido contributo per la ripresa. Sono particolarmente felice di essere stato confermato nel Consiglio Nazionale di Confcooperative ed estremamente grato alla Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo ed al Presidente Dell’Erba per avermi proposto. In qualità di Presidente di una cooperativa creditizia che ha solo 11 anni, la rielezione è motivo di grande orgoglio.

Inoltre il fatto che il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte abbia ribadito l’importanza delle Banche di Credito Cooperativo per lo sviluppo ed il sostegno delle Pmi è testimonianza di quanto le Bcc siano essenziali nel panorama creditizio.

Credo che la Cooperazione nel suo complesso, prevista e tutelata dalla Costituzione Italiana, possa essere un valido modello per combattere la crisi economica, le disuguaglianze sociali, consentendo lo sviluppo equilibrato del nostro Paese e del Mezzogiorno in particolare. Sono convinto che senza lo sviluppo del Sud, l’Italia non può essere quel Paese competitivo che ci si augura. Il Recovery Found è l’ultima chiamata per la nazione italiana”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram

La nostra rivista
La nostra
rivista
L’Espresso Napoletano diffonde quella Napoli ricca di storia, cultura, misteri, gioia e tradizione che rendono la città speciale e unico al mondo!

SCELTI PER TE