Terme di Agnano, il fascino intramontabile

Terme di Agnano
Terme di Agnano
Foto da termediagnano.it

Un ingresso imperiale apre la strada che porta alle bellissime terme di Agnano. Qui si possono ammirare antiche testimonianze archeologiche risalenti al IV-III sec. a. C.

Terme di AgnanoLe terme di Agnano sono in assoluto fra le più antiche in Italia. Belle sia d’estate sia d’inverno: il prato è attrezzato con lettini e piscine che permettono di trascorrere tranquille giornate estive ma, la ampia piscina esterna, calda ed avvolgente, le rende assolutamente praticabili anche d’inverno finanche durante le serate più gelide!

Testimonianze archeologiche dello sfruttamento delle acque in questo luogo risalgono al periodo ellenistico, tra il IV ed il III secolo a.C. Il nome deriva da quello del cratere vulcanico spento che fa parte del comprensorio dei Campi Flegrei che da poi il nome all’omonima località dove è ubicata.

Guardano la bellissima Baia di Pozzuoli, situata a meno di un chilometro dalla costa, e Bagnoli, terre affascinanti e da scoprire! All’epoca romana, e precisamente al principato dell’imperatore Adriano (117-138), risale invece il successivo complesso termale, costruito su diversi terrazzamenti sulle pendici del Monte Spina.

Corpo e mente di coloro i quali vi trascorrono qualche ora trovano, sicuramente, grande beneficio grazie alle proprietà delle sue acque dall’origine termale e vulcanica, per cui, spendere del tempo in questo luogo affascinante e curativo, è assolutamente consigliato.

Terme di AgnanoUn grande Parco del Benessere

All’interno del complesso si trovano anche le cosiddette Stufe di San Germanosaune a calore secco naturale alimentate dai soffioni vulcanici della conca di Agnano, unico esempio in Italia di tale fenomeno. A esse si aggiungono le piscine d’acqua termale, le vasche idromassaggio, l’area fitness e relax ed il solarium. I più vanitosi possono anche godere di trattamenti estetici e cure termali.

Didattica esperienziale alle terme di Agnano

La prima oasi in Campania di didattica esperienziale dedicata ai bambini è nata proprio in quest’ambito. Un parco di ben 3.000 mq in cui i più piccini possono giocare in assoluta sicurezza grazie alla presenza di personale specializzato.

Due le aree presenti:

  • un’area sport, dove i bambini di ogni età possono giocare a pallavolo, basket e calcio.
  • un’area laboratorio di scienze, di manualità e di musica.

Tutt’intorno al complesso termale c’è un bellissimo parco in cui è sicuramente molto affascinante fare un classico pic-nic, anche se, viste le potenzialità dell’area a verde, non è molto curato e sfruttato.

Una cavità ipogea: la Grotta del Cane

Poco lontano dal complesso termale è ubicata la Grotta del Cane, una cavità ipogea che è datata III-II a.C. Testimonia come, già all’epoca, gli abitanti del posto avessero tentato di intercettare una vena di acqua sotterranea per l’utilizzo a scopi termali, ma che, a causa del fenomeno della “mofeta” cioè la fuoriuscita di acido carbonico dal sottosuolo, è divenuta impraticabile.

I benefici dell’acqua termale sono ormai noti e, quindi, una tappa in questo luogo pregno di storia e fonte di benessere per il nostro apparato respiratorio e per la nostra pelle (cura finanche psoriasi e eczemi) è assolutamente da fare!

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram

La nostra rivista
La nostra
rivista
L’Espresso Napoletano diffonde quella Napoli ricca di storia, cultura, misteri, gioia e tradizione che rendono la città speciale e unico al mondo!

SCELTI PER TE