“The 9th life”, una mostra di Alexander Skorobogatov all’ex Lanificio

“The 9th life”
“The 9th life”

“The 9th life”, questo il titolo della mostra con cui Luigi Solito Galleria Contemporanea conclude il 2022.

In mostra all’ex Lanificio “The 9th life”, le opere di Alexander Skorobogatov, artista russo che si è formato artisticamente a Berlino – dove si è trasferito giovanissimo – espone in Italia con una propria personale per la prima volta in assoluto. Il titolo rimanda alla leggenda secondo cui il gatto ha 9 vite, e l’ultima – la nona appunto – si manifesta con la reincarnazione in una donna. La mostra si inaugura il 16 dicembre alle 18.30.

“The 9th life”

Arte, filosofia e mito

Su questa e altre infinite credenze, storie e leggende è centrato il tema filosofico della nuova produzione di Alexander Skorobogatov. Una ricerca iniziata qualche anno fa ma maturata negli ultimi 10 mesi di residenza d’artista che Alexander ha trascorso a Firenze come vincitore del Premio Villa Romana, il più antico premio tedesco dedicato all’arte legato ad artisti illustri quali, tra gli altri, Georg Kolbe (1905), Max Beckmann (1906), Käthe Kollwitz (1906). Luigi Solito ringrazia personalmente l’ente Villa Romana, nella persona del suo direttore, per aver concesso il patrocinio alla mostra.

Durante questa permanenza Skorobogatov ha approfondito gli studi su miti, leggende e aneddoti incentrati sulla relazione tra la figura del gatto e la donna, tra la vita, le vite e la connessione – anche caratteriale – che esiste da sempre tra l’animale e l’universo femminile. Di qui il titolo della prima personale italiana di Alexander che conclude così la sua lunga ricerca portata avanti durante la residenza d’artista.

Negli ultimi dieci mesi l’artista si è confrontato con la cultura italiana vivendo a Firenze, avendo modo di approfondire tecniche dei maestri operai e artigiani, nello specifico dei cartai, perfezionando un nuovo metodo di produzione che gli ha permesso di creare la “sua” carta; tra mortai e pestelli, presse, palette di colori e telai, ha miscelato impasti di cellulosa fino a ottenere la materia prima per il suo nuovo lavoro.

“The 9th life”

Materiali misti

Unisce carta, pittura, scultura e disegno in una trama simile a un arazzo, ma con colori, storie e forme che ci parlano in un nuovo linguaggio contemporaneo, che parte da storie medievali per giungere fino a questi lavori inediti, prodotti ed esposti per la prima volta in assoluto nella Galleria di Luigi Solito a Napoli. Alexander conclude così l’esperienza della residenza dando inizio a una nuova collaborazione con la Galleria nel complesso dell’ex Lanificio. Appuntamento venerdì 16 per l’opening.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram

La nostra rivista
La nostra
rivista
L’Espresso Napoletano diffonde quella Napoli ricca di storia, cultura, misteri, gioia e tradizione che rendono la città speciale e unico al mondo!

SCELTI PER TE