domenica, 08 Dic, 2019 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Tutti gli eventi del weekend a Napoli e dintorni

0

 Un weekend a Napoli ricco di appuntamenti: ecco tutti gli eventi in città (e fuori) dall’8 al 10 novembre.

Biagio Izzo in Tartassati dalle tasse

Ad aprire questo nuovo anno di spettacoli al Teatro Lendi, in via A. Volta 176 (Strada Provinciale Grumo Nevano – Sant’Arpino) sarà Biagio Izzo, in anteprima nazionale, con “Tartassati dalle tasse”, scritto e diretto da Eduardo Tartaglia, in scena da mercoledì 6 a venerdì 8 novembre, alle 21; e fuori abbonamento sabato 9 novembre (ore 21) e domenica 10 novembre (ore 18).

L’attore interpreterà Innocenzo Tarallo, un 54 enne imprenditore nel settore della ristorazione e proprietario di un ristorante internazionale di sushi all’ultima moda, che dopo aver sudato per tutta la vita pensava di godersi il suo meritato riposo, e invece si ritroverà sommerso da mille problemi e peripezie, costretto ad affrontare le numerose bollette di Equitalia.

Notte di Note Show

Si terrà il 9 novembre a partire dalle ore 20:00 presso il Teatro Italia di Acerra (Na), l’evento Notte di Note Show lo spettacolo di beneficenza per gli ammalati di leucemia ideato dal Professore d’Orchestra Carmine Caiazzo giunto alla sua IX edizione. Per l’occasione molti gli ospiti internazionali, che hanno già confermato la loro presenza per questa nobile causa, tra i quali: la cantante Silvia Mezzanotte, il cantante e compositore jazz Ronnie Jones, il cantautore e compositore Marco Ligabue, la cantante soul Sonia Addario, il vincitore della prima edizione del programma Mediaset All Together Now Gregorio Rega, il vocal coach dei big della canzone italiana Giancarlo Genise, Ilenia Carfora, Anna Carfora, il giovane attore e cantante Michele Carfora, Raffaele Giorgio, Antonino Buscemi, Maria Magdalena Milczarek, Vittoria Leanza, Cristina Vastola, il tenore Gennaro Monè Pedagno e Antonio Caiazzo.

Alla conduzione della serata la splendida Marilena Allocca attrice teatrale e cantante, che recentemente abbiamo potuto ammirare anche come interprete del brano Testarda di cui ha realizzato anche il videoclip prodotto dalla casa discografica e cinematografica “Mediterraneacinema” di cui Carmine Caiazzo ne è il Presidente. La serata musicale vedrà la partecipazione dell’Orchestra Ritmico-Sinfonica Mediterranea che sarà diretta dai Maestri Carmine Caiazzo ed Ernesto Sparago. La regia invece è stata affidata a Gianfranco Marchese, la direzione artistica è a cura di Cira Ciaravola, quella esecutiva sarà a cura della Mediterranea produzioni e a Gianni Luciano sarà affidata invece la direzione della fotografia. Quando la solidarietà si accompagna con un sorriso è più facile infondere nel cuore di chi la riceve, la speranza di una vita migliore, dignitosa e sana per tutti.

Chiunque volesse può donare con conto PAYPAL associazioneonlus5stars@gmail.com.

Omaggio a Fabrizio De Andrè

È un omaggio accorato e inedito quello che Danilo Rea porta in scena al Teatro Acacia, giovedì 7 novembre, ore 21.30. Omaggio a Fabrizio De Andrè a venti anni dalla scomparsa. Interpretazione unica al pianoforte durante la quale l’artista riproporrà i brani più celebri di Faber, accostando ad ognuno di essi arrangiamenti diversi. Fu nel 2010 che Rea regalò proprio a Fabrizio De Andrè un disco di successo e pluripremiato, e dopo molti anni la versione live, applaudita in tutta la penisola, è diventata un momento di grande musica, in grado di unire l’estro del pianista alla genialità del cantore genovese. Spogliate dal significato concreto della parola, le canzoni di De Andrè diventeranno l’ideale ispirazione per la grande forza creativa di Rea che si muoverà fra brani intramontabili come Bocca di Rosa e La Canzone di Marinella, intense ballate struggenti (Caro Amore, La Stagione del tuo Amore), passando per il blues e uno swing sincopato (La Ballata Dell’Amore Cieco) per arrivare persino a passaggi di puro free jazz (Girotondo). La performance che ne verrà fuori sarà un magnifico tributo alle canzoni di De André, ricolmo di melodia e tecnica straordinaria, un lavoro del tutto personale e originale che offre l’opportunità al mondo di conoscere due dei più importanti artisti italiani.

Prevendite abituali circuito GO2; 081.5564726 – 081.7611221 – 081.5568054 – 081.5294939; on line su www.go2.it

Donne contro la guerra

Le donne al fianco delle combattenti curde sono pronte per dare il loro sostegno alla causa di chi continua a resistere giorno dopo giorno alla violenza del governo turco, alla guerra in atto nel nord-est della Siria. Napoli, Roma, Milano, ma anche Barcellona: le donne di ogni città del mondo hanno fatto loro l’appello delle donne del Rojava e chiedono a gran voce l’immediato stop ai raid aerei e di terra e ai pesantissimi attacchi sulla popolazione civile. Donne del mondo della cultura, della scienza, della politica, del giornalismo, della società civile, famose e non, insieme in difesa delle donne che hanno combattuto per i propri diritti e per l’intero Occidente in un’assemblea che si terrà sabato 9 novembre, dalle ore 14:00, nella Sala del Capitolo di San Domenico Maggiore.

Da Napoli si stilerà un documento condiviso sulle proposte da sottoporre al Parlamento Europeo, al Governo Italiano e all’O.N.U. Proposte chiare e decise che dovranno essere ascoltate per dare prova di voler porre fine al massacro del popolo curdo. Oltre duecento le firme raccolta in poche ore, tra cui quelle di Lucia Francesca Menna, Eleonora de Majo, Angelica Romano, Ileana Capurro,  Maria Luisa Iavarone. Chiunque voglia firmare l’appello può inviare nome, cognome e qualifica al seguente indirizzo di posta elettronica donnecontrolaguerra@unponteper.it ed eventualmente diffondere la propria firma anche sui seguenti profili social Facebook, Twitter e Instagram con l’hashtag #donnecontrolaguerra. 

TWITTER: @DonneVsGuerra

INSTAGRAM: donnecontrolaguerra

Abbattiamo i muri

Il 9 novembre dalle ore 10:00 al centro di piazza Carlo III si terrà la manifestazione Abbattiamo i muri!, per celebrare i 30 anni dalla caduta del Muro di Berlino. Parteciperanno all’evento persone provenienti da diversi background culturali, accomunate dall’idea di difendere il senso di “comunità”. La giornata sarà articolata in più momenti. Alle 10:00 una plenaria accoglierà i partecipanti in cui gli artisti coloreranno la giornata; la piazza sarà arredata con pannelli mobili sui quali i partecipanti cercheranno di raccontare un evento fondante dei nostri tempi.

Nel pomeriggio ci sarà il cuore dell’evento con l’istallazione di un muro a secco creato dai partecipanti e poi “distrutto” alla 18:53, ora in cui iniziò la caduta del Muro di Berlino. Ci sarà la possibilità per ogni partecipante di portare con sé un mattone del muro, numerato e personalizzato. L’evento sarà realizzato in collaborazione con Kodokan Napoli, ARCI Mediterraneo, Arcigay Antinoo Napoli, Ass. Palinuro, Assoutenti Campania, Afro Napoli United. Parteciperanno il Sindaco di Napoli, l’Assessora ai diritti di Cittadinanza e le rappresentanze consolari della Repubblica di Germania.

Debutta a Napoli Le sedie di Eugène Ionesco

Sabato 9 novembre, ore 21:00, va in scena per la prima volta a Napoli, al Nuovo Teatro Sanità, lo spettacolo Le sedie di Eugène Ionesco, per la regia di Giles Smith, interpretato da Caterina Casini e Fabio Mangolini, che si avvale della scenografia di Maria Inferrera, prodotto da Laboratori Permanenti. Replica domenica 10 novembre ore 18.

Un uomo e una donna siedono sotto una singola lampadina e un groviglio di sedie sospese al soffitto. Sono sposati, dicono, da 75 anni e si riuniscono ogni notte nella loro casa su un’isola solitaria per passare il tempo raccontando storie. Accanto ai due protagonisti vivono gli oggetti, le sedie, presenze indispensabili cariche di storie e rimembranze, segni del linguaggio destinati allo sguardo dello spettatore. Le sedie sono come vite sospese, come il nostro passato collettivo appeso a fili delicati. Questo testo del teatro dell’assurdo di Ionesco lascia un messaggio attuale sul nostro vivere o credere di vivere sempre alla ricerca di soluzioni epocali, attraverso i molti livelli di lettura che esso contiene all’interno della sua struttura drammaturgica, dai più immediati e comici a quelli più enigmatici e prospettici.

«Lo spettacolo è una commedia, ci sono alcune battute molto divertenti, ma è allo stesso tempo una nitida esplorazione di temi contemporanei» – si legge nelle note di regia di Giles Smith – «La produzione mischia naturalismo, momenti di fantasia, giochi di prestigio, musica e momenti di proiezione suggestive, per creare un mondo vivace e fragile di sogni, ricordi, speranze e paure, introducendo in modo innovativo e inaspettato il testo di Ionesco ad un pubblico che forse non l’avrebbe mai visto»

Info e prenotazioni al 3396666426 oppure all’indirizzo e-mail info@nuovoteatrosanita.it.

Costo del biglietto intero 12 euro, ridotto (under 25 e over 65) 10 euro.

Ischia, San Martino Festa Ammore e Vino

Musica, gastronomia e solidarietà si incontrano a Forio d’Ischia in occasione dell’iniziativa San Martino Festa Ammore e Vino. Domenica 10 novembre, dalle ore 12, il centro storico di Forio d’Ischia sarà vestito a festa per la seconda edizione dell’evento il cui ricavato verrà devoluto interamente in beneficenza alla Caritas Diocesana di Ischia e alle Onlus Fiori di Giada e Catena Alimentare Nunzia Mattera.

“San Martino Festa Ammore e Vino” è organizzato dall’Associazione Actus Tragicus con il patrocinio del Comune di Forio e della Federalberghi Ischia, con la direzione artistica di Roberto D’Agnese per OMast Eventi, che firma il primo evento sull’isola di Ischia dopo i recenti successi di Avellino Summer Fest e 43esima Sagra della Castagna di Cassano Irpino e le prossime iniziative in programma: Pane Ammore e Tarantella ad Avella e Riti di Fuoco a Lioni.

L’evento, che si svolgerà nel centro storico di Forio d’Ischia lungo un percorso di oltre mezzo chilometro, addobbato con installazioni artistiche da fonti riciclabili, avrà inizio alle ore 12:00 con un pranzo all’insegna della gastronomia locale d’eccellenza, con menu preparato dalle attività alberghiere, dai ristoranti e dalle associazioni che hanno sposato il progetto, insieme alla musica di Ancia Libera di Cassino, Le Zampogne di Daltrocanto con Carmine Falanga e la Scuola di Tarantella Montemaranese.

“Arriviamo ad Ischia per portare la nostra energia e la nostra passione. – afferma il direttore artistico Roberto D’Agnese – Siamo convinti che questo, insieme alla professionalità, rappresenti la chiave di volta per eventi di successo di cui la Campania ha bisogno. Ci auguriamo che al più presto le istituzioni riescano a creare una reale e concreta sinergia con il territorio e con le sue esigenze, anche sul fronte degli eventi e delle iniziative, dato che i numeri sono dalla nostra e ci dimostrano che professionalità e passione possono dare vita a risultati a volte insperati”.

Tour guidato lungo calata San Francesco

weekend a napoli

Sabato 9 e domenica 10 novembre, il gruppo #Partenopiamo propone un tour guidato lungo Calata San Francesco dall’evocatvo titolo C’è chi scende e c’è chi sale, je ve porte pe’ ‘sti scale. La calata San Francesco è una via gradinata che inizia da via Belvedere al Vomero e termina in Corso Vittorio Emanuele. L’itinerario partirà da piazza Quattro Giornate, accanto alla metropolitana. Si procederà poi per via Gemito e per vico Acitillo, fino ad arrivare a Via Belvedere. Da qui inizierà la suggestiva discesa fino a giungere alla Riviera di Chiaia. L’itinerario è a cura della guida turistica abilitata della Regione Campania Erika Chiappinelli.

Prenotazione obbligatoria entro venerdì 8 novembre alle ore 23: inviare una mail a erika83e@gmail.com o contattare telefonicamente (anche sms o whatsapp) il numero 3492949722.

Il tempo supplementare

Saranno gli attori Irma Ciaramella e Francesco Maria Cordella, sabato 9 alle ore 21.00 e domenica 10 novembre alle ore 18.30, a inaugurare, con lo spettacolo Il tempo supplementare, la nuova stagione artistica del Teatro Sala Molière a Pozzuoli.

Un testo scritto da Roberto Russo con la regia dello stesso Cordella che, nella sala diretta da Cetty Sommella e Nando Paone, porterà in anteprima nazionale una messinscena ricca di pathos e suspense nel nome di una drammaturgia moderna e seduttiva. Presentato dalla Actstheater produzioni artistiche, partendo dal testo di un commediografo amante delle situazioni psicologiche divise tra il grottesco e il surreale ed ancora, tra il lirico e l’introspettivo, come Russo, Il tempo supplementare vedrà in scena con la coppia Ciaramella-Cordella due interpreti dalla grande esperienza da sempre al servizio di un teatro vivo e palpitante. «Il tempo supplementare – così scrive nelle sue note l’attore e regista Cordella – racconta dell’eterna contrapposizione tra Bene e Male, raffigurato dall’agone spirituale tra l’ Uomo e la Donna. Il simbolo del contendere è rappresentato dalla parola scritta che dal foglio di carta prende vita e si trasforma in materia in movimento, generando azione e relazioni tra gli esseri umani. Il dogma del Teatro, dapprima deriso e banalizzato dall’autore, reso sacro invece dall’attrice, fiorisce nella tensione erotica tra i due protagonisti, quale metafora della continua alternanza tra Verità e Finzione, Morte e Speranza». Aiuto regia Mario Battisti, musica Francesco Maria Cordella, luci Giorgio Centanni, costumi Irma Ciaramella, scene e video Francesco Maria Cordella.

Per info e prenotazioni 0813031395.

Credo nell'effetto salvifico della musica e nel destino. Amo giocare a calcio quasi quanto raccontarlo; tendenzialmente opportunista e poco incline agli insuccessi.