Un concerto per il Principe di Sansevero

Concerto
Concerto

Il Principe Raimondo Di Sangro (Torremaggiore, 30 gennaio 1710 – Napoli, 22 marzo 1771), è stato uno dei personaggi più celebri della nostra città. Il suo spirito ancora aleggia nei pressi Piazza San Domenico e di Palazzo Sansevero, sua nobile magione, luogo di ricerche, incontri, scoperte. Il 2021 segna i 250 dalla sua scomparsa e Napoli rende omaggio al suo illustre abitante che, oltre ad averci donato la meravigliosa Cappella di Sansevero, intrattenne rapporti con i più grandi compositori del Settecento napoletano, come racconta il particolarissimo romanzo “Porporino” di Dominique Fernandez.

Ecco che il Museo Cappella Sansevero e dall’Associazione Alessandro Scarlatti per aprire le celebrazioni dei 250 anni della morte del settimo principe di Sansevero, hanno deciso di dare vita a un evento unico: “Concerto per il principe”. L’Ensemble Barocco di Napoli si esibirà all’interno del tempio settecentesco del Cristo velato. Il concerto sarà trasmesso in prima visione sabato 20 marzo 2021 alle 19:30, in contemporanea sul canale Facebook del Museo Cappella Sansevero e sul canale YouTube dell’Associazione Scarlatti.

L’esibizione attraverserà brani da Alessandro Scarlatti, Domenico Gallo, Francesco Mancini e Leonardo Leo, quattro compositori fortemente rappresentativi dell’epoca in cui visse il principe e che, in alcuni casi, ebbero relazioni dirette con la famiglia di Sangro.

Ha un particolare significato” – dichiara Fabrizio Masucci, direttore del Museo Cappella Sansevero – “che l’apertura delle celebrazioni sia affidata alla musica e siamo felici di tributare questo primo omaggio al principe insieme all’Associazione Alessandro Scarlatti. La musica rivestì nella vita di Raimondo di Sangro un ruolo non secondario, sia per i rapporti che lo legarono ai principali compositori dell’epoca, sia perché essa ebbe parte in una delle sue invenzioni più originali: il grande orologio a carillon che egli progettò e fece costruire sul ponte che collegava la Cappella al suo palazzo, le cui campane potevano eseguire qualunque aria si desiderasse”. 

In un momento in cui per il mondo della musica è ancora molto difficile vedere la luce in fondo al tunnel e lo streaming è ancora l’unico mezzo per condividere le emozioni di un concerto con il pubblico”, – aggiunge Tommaso Rossi, direttore artistico dell’Associazione Alessandro Scarlatti – “abbiamo immaginato con gli amici del Museo Cappella Sansevero un’occasione per vivere, seppure solo sul web, le emozioni della musica e dell’arte ponendo al centro la figura di Raimondo di Sangro e la grande musica del Settecento napoletano”.

L’anno della ricorrenza proseguirà nei prossimi mesi con un programma di diverse iniziative dedicate al principe di Sansevero. Dopo l’appuntamento del concerto, sarà la volta di un breve video-tributo alla figura di Raimondo di Sangro, prodotto per l’occasione e realizzato da NFI ­– Napoli Film Industry, che sarà lanciato sui canali social del museo lunedì 22 marzo, proprio nella data della sua scomparsa. L’Ensemble Barocco di Napoli, nato nel 2010, si dedica da anni al repertorio barocco napoletano, con la presenza solistica al flauto di Tommaso Rossi, direttore artistico dell’Associazione Alessandro Scarlatti, e con Rossella Croce e Marco Piantoni (violini), Manuela Albano (violoncello), Giorgio Sanvito (contrabbasso) e Patrizia Varone (clavicembalo).

“Concerto per il principe” si aprirà con la Sonata IX in la minore per flauto, due violini e basso continuo di Alessandro Scarlatti. Figura chiave della storia della musica napoletana tra ‘600 e ’700, Scarlatti conobbe ed ebbe rapporti con la famiglia del principe di Sansevero: presso la Biblioteca Nazionale di Francia è conservata una cantata di sua composizione per voce e basso continuo dedicata a Paolo di Sangro, sesto principe di Sansevero e nonno di Raimondo. 

Il programma del concerto proseguirà con la Sonata n. 1 in sol maggiore per archi di Domenico Gallo, le cui sonate furono erroneamente attribuite per anni a Giovan Battista Pergolesi. La sonata scelta, in particolare, presenta, nel primo movimento, uno dei temi più famosi utilizzati da Igor Stravinskij nel suo Pulcinella, opera che fu decisiva, alla metà del XX secolo, per rimettere all’attenzione del mondo musicale internazionale la Scuola Napoletana.

A seguire in programma la Sonata IV in la minore per flauto e basso continuo di Francesco Mancini, che fu dal 1708 al 1725 vice-maestro della Cappella Reale e, alla morte di Scarlatti, subentrò a lui nella carica di Maestro di Cappella, che mantenne fino al 1737, anno della sua morte. Mancini fu particolarmente attivo nell’ambito della committenza nobiliare, scrivendo decine di cantate e serenate per l’aristocrazia napoletana. 

Chiuderà l’appuntamento celebrativo la musica di Leonardo Leo, compositore che fu particolarmente vicino alla famiglia di Sangro, tanto da musicare una serenata per le nozze del principe Raimondo con Carlotta Gaetani dell’Aquila d’Aragona, la Pasitea, la cui partitura è andata purtroppo perduta. In programma per “Concerto per il principe” il suo Concerto in sol maggiore per traversiere, due violini e basso continuo.

Un’occasione unica per ascoltare – finalmente – un po’ di musica dal vivo e celebrare un nostro grande concittadino che ha dato tanto alla nostra città.

Programma

Alessandro Scarlatti (1660-1725)
Sonata IX in la minore per flauto, due violini e basso continuo (da “24 Concerti di flauto, violini, violetta e basso di diversi autori”)
Allegro – Largo – Fuga – Piano – Allegro

Domenico Gallo (1730-1768)
Trio sonata n. 1 in sol maggiore
Moderato – Andantino – Presto

Francesco Mancini (1672-1737)
Sonata IV in la minore per flauto e basso continuo
Spiritoso – Largo – Allegro – Largo – Allegro spiccato

Leonardo Leo (1694-1744)
Concerto in sol maggiore per traversiere, due violini e basso continuo
Allegro – Siciliana – Allegro

Ensemble Barocco di Napoli
Tommaso Rossi, flauto dolce e traversiere
Rossella Croce e Marco Piantoni, violini
Manuela Albano, violoncello
Giorgio Sanvito, contrabbasso
Patrizia Varone, clavicembalo

Concerto per il principe. L’Ensemble Barocco di Napoli alla Cappella Sansevero
Sabato 20 marzo 2021 ore 19:30
Evento online
gratuito
Facebook | Museo Cappella Sansevero
YouTube | Associazione Scarlatti – Ente Morale

 

Info: museocappellasansevero.it , associazionescarlatti.it

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram

La nostra rivista
La nostra
rivista
L’Espresso Napoletano diffonde quella Napoli ricca di storia, cultura, misteri, gioia e tradizione che rendono la città speciale e unico al mondo!

SCELTI PER TE