martedì, 02 Giu, 2020 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

‘Underground City’: tra meditazione e pragmatismo

0

Prenderà il via giovedì 29 maggio alle ore 19,30 la mostra ‘Underground City’ a cura di Graziano Menolascina. Fino al 20 luglio saranno esposte presso lo Spazio Nea le opere di Andrea Fogli e Paolo Grassino, che saranno accolte in due spettacolari installazioni ambientali studiate e realizzate per l’occasione.

La muta

Sarà l’occasione per vedere confrontarsi il mondo classico di Fogli e quello contemporaneo di Grassino: dalla serie de ‘La muta’ del primo (calchi di argilla di teste realizzate dall’artista sulla base del suo stesso volto, da cui partono gli “altri” che egli accoglie in sé), suggestioni simboliche ed evocative appese alle pareti quasi come trofei umani, all’universo della giungla metropolitana del secondo, all’interno della quale vivono e si muovono bestie nere, raffigurazioni di paure, pericoli, dubbi, morti, inquietudini, che si scontrano con un corpo estraneo, come quello delle teste di Fogli per l’appunto, creando un effetto suggestivo e un iter narrativo.