Via Duomo, la “Via dei 7 musei”

Via Duomo, la “Via dei musei”: l’espressione non è nuova, campeggia da tempo, ad esempio, sugli striscioni che circondano il cantiere della Linea 1 della Metropolitana che diventerà appunto la stazione “Duomo”, ma fino a questo momento era stata una semplice definizione, senza risvolti concreti.

filangieri

Da questa mattina invece i 7 musei che si trovano sulla strada o a ridosso di essa entrano a far parte di un circuito integrato, grazie alla firma di un protocollo d’intesa tra i rappresentanti delle strutture, con un comune obiettivo: “la tutela, la promozione e la valorizzazione del patrimonio culturale custodito nei rispettivi luoghi culturali, per diffonderne la conoscenza e concorrere al miglioramento delle condizioni sociali e territoriali dell’area su cui essi insistono”.

girolamini

Hanno firmato l’accordo Gianpaolo Leonetti, direttore del Museo Civico “Gaetano Filangieri” di via Duomo; Nino Daniele, assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, che gestisce il Complesso monumentale di San Severo al Pendino, sempre in via Duomo; il barone Alessandro Pasca di Magliano, soprintendente del Pio Monte della Misericordia (via Tribunali); il direttore del Polo Museale della Campania, Mariella Utili, per il Monumento Nazionale dei Girolamini (via Duomo); Paolo Jorio, direttore del Museo del Tesoro di San Gennaro (via Duomo); don Adolfo Russo, vicario episcopale per la Cultura e direttore del Complesso Monumentale Donnaregina-Museo Diocesano (largo Donnaregina); Pierpaolo Forte, presidente della Fondazione Donnaregina per le Arti Contemporanee e del Museo MADRE (via Settembrini).

relatori_ridotta

In pochi metri quadrati, testimonianze storiche e artistiche straordinarie, che da oggi sono in rete, pronte ad agire in sinergia. Da domani, 1 aprile, e per tutta la Primavera, fino al 21 giugno, verrà sperimentata una forma di bigliettazione condivisa, chiamata “Un museo tira l’altro”, che incentivi il visitatore a non fermarsi ad un singolo museo, ma a proseguire il suo percorso visitando gli altri siti, in un itinerario che può condurlo dal Medioevo a oggi, dall’antico al contemporaneo; biglietto ridotto quindi in tutte le strutture della Via dei Musei per chi ne abbia già visitata una.

Complesso Monumentale di San Severo al Pendino_ridotta

Questa nuova forma di bigliettazione, per ora sperimentale, verrà monitorata, per valutarne l’impatto su Napoletani e turisti, ma l’idea è quella di creare una vera e propria struttura stabile di valorizzazione integrata per azioni comuni, come ad esempio la programmazione di visite didattiche integrate tra i 7 siti culturali. Il protocollo d’intesa firmato questa mattina è inoltre aperto anche ad altre realtà del centro storico, che potrebbero voler aderire in un secondo momento per un comune percorso di valorizzazione di un’area dalle potenzialità eccezionali.

pio_monte_© Pedicini CP0089_ridotta

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram

La nostra rivista
La nostra
rivista
L’Espresso Napoletano diffonde quella Napoli ricca di storia, cultura, misteri, gioia e tradizione che rendono la città speciale e unico al mondo!

SCELTI PER TE