martedì, 27 Ott, 2020 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Via Duomo, la “Via dei 7 musei”

0

Via Duomo, la “Via dei musei”: l’espressione non è nuova, campeggia da tempo, ad esempio, sugli striscioni che circondano il cantiere della Linea 1 della Metropolitana che diventerà appunto la stazione “Duomo”, ma fino a questo momento era stata una semplice definizione, senza risvolti concreti.

filangieri

Da questa mattina invece i 7 musei che si trovano sulla strada o a ridosso di essa entrano a far parte di un circuito integrato, grazie alla firma di un protocollo d’intesa tra i rappresentanti delle strutture, con un comune obiettivo: “la tutela, la promozione e la valorizzazione del patrimonio culturale custodito nei rispettivi luoghi culturali, per diffonderne la conoscenza e concorrere al miglioramento delle condizioni sociali e territoriali dell’area su cui essi insistono”.

girolamini

Hanno firmato l’accordo Gianpaolo Leonetti, direttore del Museo Civico “Gaetano Filangieri” di via Duomo; Nino Daniele, assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, che gestisce il Complesso monumentale di San Severo al Pendino, sempre in via Duomo; il barone Alessandro Pasca di Magliano, soprintendente del Pio Monte della Misericordia (via Tribunali); il direttore del Polo Museale della Campania, Mariella Utili, per il Monumento Nazionale dei Girolamini (via Duomo); Paolo Jorio, direttore del Museo del Tesoro di San Gennaro (via Duomo); don Adolfo Russo, vicario episcopale per la Cultura e direttore del Complesso Monumentale Donnaregina-Museo Diocesano (largo Donnaregina); Pierpaolo Forte, presidente della Fondazione Donnaregina per le Arti Contemporanee e del Museo MADRE (via Settembrini).

relatori_ridotta

In pochi metri quadrati, testimonianze storiche e artistiche straordinarie, che da oggi sono in rete, pronte ad agire in sinergia. Da domani, 1 aprile, e per tutta la Primavera, fino al 21 giugno, verrà sperimentata una forma di bigliettazione condivisa, chiamata “Un museo tira l’altro”, che incentivi il visitatore a non fermarsi ad un singolo museo, ma a proseguire il suo percorso visitando gli altri siti, in un itinerario che può condurlo dal Medioevo a oggi, dall’antico al contemporaneo; biglietto ridotto quindi in tutte le strutture della Via dei Musei per chi ne abbia già visitata una.

Complesso Monumentale di San Severo al Pendino_ridotta

Questa nuova forma di bigliettazione, per ora sperimentale, verrà monitorata, per valutarne l’impatto su Napoletani e turisti, ma l’idea è quella di creare una vera e propria struttura stabile di valorizzazione integrata per azioni comuni, come ad esempio la programmazione di visite didattiche integrate tra i 7 siti culturali. Il protocollo d’intesa firmato questa mattina è inoltre aperto anche ad altre realtà del centro storico, che potrebbero voler aderire in un secondo momento per un comune percorso di valorizzazione di un’area dalle potenzialità eccezionali.

pio_monte_© Pedicini CP0089_ridotta