Viaggio nel laboratorio di restauro della Biblioteca Nazionale

Entrare in un laboratorio di restauro. Osservare da vicino gli strumenti di questo affascinante lavoro fatto di precisione e rispetto. Conoscere gli esperti del settore. Oggi si può.
La Biblioteca Nazionale di Napoli, nell’ambito dell’iniziativa NapoliCittàLibro – Il Salone del libro di Napoli, apre le porte del suo laboratorio in un ciclo di incontri con cadenza bisettimanale che punta a coinvolgere tutti gli appassionati e i curiosi mostrando loro come si svolge, nel concreto, la professione di “Restauratore” all’interno del laboratorio.

biblioteca nazionale

Per poter salvaguardare nel modo migliore un bene prezioso come un libro, infatti, occorre un mix di professionalità e di passione, oltre che l’utilizzo preciso e sapiente degli strumenti del mestiere; la visita qui proposta si prefigge come scopo proprio quello di mostrare a tutti gli interessati come un’operazione così complessa può trasformarsi in realtà per mano di veri e propri professionisti del settore.
Il laboratorio è situato in quattro ampi locali al piano terra di Palazzo Reale ed è intitolato ad Alberto Guarino, il direttore della Biblioteca Nazionale di Napoli che con tanta determinazione si adoperò per la sua costituzione. 

biblioteca nazionale

Un po’ di storia
Il laboratorio di restauro della Biblioteca Nazionale di Napoli fu istituito nel marzo 1977, in applicazione della circolare del 18 novembre 1975, a firma del ministro Spadolini, che istituiva presso alcune Biblioteche – la Braidense di Milano, la Laurenziana di Firenze, la Nazionale Centrale di Roma, la Nazionale di Napoli, la Nazionale di Bari, l’Universitaria di Cagliari – “laboratori di restauro e legatoria, quali sezioni staccate dell’Istituto di Patologia del Libro di Roma”.
Quest’ultimo avrebbe assunto infatti funzioni di “indirizzo, coordinamento e vigilanza”, mentre al Ministero sarebbe stato riservato il compito dell’approvazione dei programmi annuali di restauro. 

manoscritti

Come partecipare
La partecipazione è gratuita e rivolta a singoli o scolaresche. La prenotazione è obbligatoria e va fatta a marketing@napolicittalibro.it  indicando il numero dei partecipanti, un recapito telefonico ed un nome a cui far riferimento. Per le scuole bisognerà indicare il numero degli alunni, numero docenti accompagnatori, un recapito telefonico e il nome del referente che accompagnerà la classe. Il laboratorio sarà disponibile al raggiungimento di 20 partecipanti. I richiedenti riceveranno una mail di conferma della prenotazione.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram

La nostra rivista
La nostra
rivista
L’Espresso Napoletano diffonde quella Napoli ricca di storia, cultura, misteri, gioia e tradizione che rendono la città speciale e unico al mondo!

SCELTI PER TE