domenica, 22 Set, 2019 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Vicoli di Napoli, Vico storto Purgatorio ad Arco

0

Vico Storto Purgatorio ad Arco, attiguo alla chiesa di Santa Maria del Purgatorio, nel Medioevo era denominato “vicus Quatuor Putea”, ossia “vico Quattro Pozzi”, che all’epoca dovevano essere poco potabili e piuttosto maleodoranti. La tendenza ad aggiungere l’attributo “storto” ad alcuni vicoli sta ad indicare il contrasto con i vicoli diritti, squadra­ti, allineati, che si trovano nel centro antico.

Il nome “ad Arco” ci ricorda che, all’incrocio di via Tribunali con via Nilo e via Atri, c’era un arco di mattoni demolito al tempo di don Pedro de Toledo. Il vico era detto “arco Cabredato”, ma non si è mai riusciti a capire perché. Lo si trova indicato an­che col nome di Torre d’Arco. Prima di arrivare in piazza San Gaetano vale la pena fermarsi qualche momento in Via San Paolo, che prende il nome dalla chiesa di San Paolo Maggiore, una delle più importanti della città, sorta sul­l’area del tempio dei Dioscuri. Anticamente era detta “ad Forum”, poi gli abitanti del posto la battezzarono “via del­l’Acqua Fresca di San Paolo”, da un pozzo che era al centro del chiostro dei Teatini.