martedì, 19 Ott, 2021 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Villa Pignatelli torna al suo antico splendore

0

Un restauro durato sei mesi e tanto duro lavoro hanno riportato alla luce “Villa Pignatelli”, la casa-museo di Napoli considerato un vero capolavoro dell’Ottocento.

Il restauro, iniziato a fine maggio e coordinati dal Polo museale, è stato realizzato col contributo della Regione (Por Campania con fondi europei del 2007-2013), insistendo su un obiettivo filologico: restituire ad ogni sala la stessa atmosfera di un tempo, tra memorie di salotti mondani e gala da Belle Epoque.

Villa-Pignatelli-Cortes-Napoli-04

Tornano a far mostra di se i parati originari di un tempo, i mobili ottocenteschi restaurati e tirati fuori dai depositi, i vecchi lampadari spolverati e tirati a lucido uno ad uno. Alcuni ambienti riaprono al pubblico dopo ben 50 anni, tra questi spicca il salotto di Rosina Pignatelli, ultima proprietaria della villa.

Napoli_-_Villa_Pignatelli2

Torna visitabile anche il “bagno del principe”, con la grande vasca in marmo ancora decorata con lo stemma di famiglia.

Museo-Pignatelli-Bagno-del-principe1-1728x800_c

Restaurati anche gli spazi del giardino esterno, esteso per tremila metri quadri  con lavori all’impianto di illuminazione, di irrigazione e nell’area del tennis e dello chalet svizzero.

Villa-Pignatelli-Cortes-Napoli-05

Negli spazi esterni è possibile visitare anche il l Museo delle Carrozze, ideato da Bruno Molajoli – che aveva accolto la donazione del marchese Mario D’Alessandro di Civitanova – e progettato nel 1975 da Ezio Bruno De Felice nelle ex scuderie della villa.

4.-Napoli-Museo-delle-carrozze-Park-drug-Morel-Paris-donazione-Mario-d’Alessandro-di-Civitano

Il museo sarà aperto tutti i giorni, fino a tardo pomeriggio.