martedì, 25 Giu, 2019 Espresso napoletano

Storie e bellezze di Napoli on line

Visita straordinaria a Villa Rosebery, ecco quando

0

Sarà possibile visitare la meravigliosa Villa Rosebery, uno dei gioielli della collina di Posillipo, domenica 16 giugno, dalle ore 10:30 alle 13:30. L’edificio, che dal 1897 prende il nome di “Villa Rosebery”, risale ai primi anni dell’Ottocento. Fu l’austriaco Giuseppe De Thurn, brigadiere di marina per la flotta borbonica, ad acquistarla e ad accorpare, a partire dal 1801, alcuni fondi terrieri contigui.

villa rosebery

Dopo aver ottenuto un indennizzo per i danni economici causati dal periodo della requisizione, nel 1820 Giuseppe Thurn decise di mettere in vendita la Villa. Il nuovo proprietario volle far recintare completamente la tenuta, spesso utilizzata per incontri galanti; ne cancellò quindi definitivamente l’originario carattere agricolo sostituendo alle aree coltivate un grande parco alberato, e la dotò di un porticciolo. La acquistò un facoltosissimo uomo d’affari, Gustavo Delahante, che la tenne fino al 1897 senza tuttavia effettuarvi lavori di particolare rilievo. Il successivo passaggio di proprietà testimonia del sempre maggiore interesse dei forestieri, gli inglesi in particolare, per le residenze della zona di Posillipo. 

Il compratore fu infatti, nel 1897, lord Rosebery, eminente uomo politico britannico che nel 1894-95 era stato primo ministro nel suo paese. L’acquisto della villa coincise con il suo temporaneo ritiro dalla vita politica per dedicarsi a tempo pieno agli studi storico-letterari. Villa Rosebery si trasformò quindi in un luogo riservato e appartato, chiuso rispetto alla mondanità della alta società napoletana e viceversa aperto a pochi studiosi e buoni amici del lord inglese. Ma non potendo più contare sui frutti dell’attività agricola ormai dismessa da tempo, la manutenzione della villa era divenuta dispendiosa per lord Rosebery che la frequentava raramente, pertanto l’inglese – che nel frattempo era tornato all’attività politica – decise di disfarsene. Signorilmente si accordò con il governo inglese per una donazione, che fu perfezionata nel 1909.

La villa fu però utilizzata solo sporadicamente come luogo di villeggiatura degli ambasciatori inglesi in Italia, dopo alcuni anni pertanto anche il governo britannico optò per una cessione a titolo gratuito, questa volta allo Stato italiano. 
L’atto di donazione che sancì il passaggio della proprietà al nostro Stato fu firmato nel 1932 dall’ambasciatore del Regno Unito e da Benito Mussolini. Diverse proposte di destinare la villa ad uso pubblico non ebbero seguito, fu quindi messa a disposizione della famiglia reale per i soggiorni estivi.

villa rosebery

Per chi vorrà prendere parte alla visita guidata, l’appuntamento è al Teatro Posillipo, in via Posillipo, dove chi verrà in auto dovrà lasciare la macchina in sosta in Via Posillipo poiché non è possibile parcheggiare in via Ferdinando Russo, V. Contributo organizzativo: 12 euro. Prenotazione obbligatoria:  3404778572 – info@medeart.eu (comunicare nome, cognome, data di nascita, luogo di nascita, nazionalità, numero di telefono). Nell’accesso alla Villa sarà rispettato l’ordine di prenotazione.